Adolescenti e abuso di sostanze

2018-04-18T19:06:55+00:0018 marzo 2010|Convegni|

Il 18 Marzo abbiamo organizzato il Convegno “Adolescenti e abuso di sostanze” a Busto Arsizio, presso Molini Marzoli.
L’evento intende aprire uno spazio di riflessione e di rispettoso ascolto dell’altro, di condivisione di responsabilità che noi adulti abbiamo nei riguardi delle giovani generazioni.
Un filosofo, due psichiatri e un dirigente scolastico si confrontano sulla vita e la morte, sul dolore e la speranza con l’intento di costruire nuovi spazi di cura e di prevenzione nell’ambito delle dipendenze da sostanze psicotrope.

Punto di partenza del convengo è il precoce avvicinarsi degli adolescenti al mondo delle sostanze stupefacenti e all’alcol.
In Italia, infatti, i ragazzi iniziano a bere bevande alcoliche già a 11 anni (dati OMS), mettendo così a repentaglio la loro crescita, salute e vita.
Il cervello di un adolescente così plastico e sensibile può subire gravi alterazioni da comprometterne la funzionalità e lo sviluppo.
Le alterazioni comportamentali e organiche prodotte dall’alcol e da altre sostanze psicotrope modificano profondamente e drasticamente la personalità e la dipendenza che ne consegue, assume una forma difficile da curare.

A complicare le cose c’è il mondo dei media: i ragazzi sembrano un target privilegiato delle campagne pubblicitarie che stimolano il consumo indiscriminato di sostanze alcoliche.

Chi sono i ragazzi del sabato sera?
E quelli che consumano silenziosamente e in solitudine?
Che messaggi ci inviano attraverso “lo sballo”?
Che senso danno alla vita, al tempo, al futuro? Quanto pesano i miti individuali e collettivi?

Queste e altre domande sono state oggetto di riflessione e discussione.